Sezione Giochi

Giochi/Categoria/Squadra

La marea dell isola Zyzyzu

Squadra

Numero giocatori :

Leggi testo

Eta'giocatori :

da 8 in su

Durata gioco :

Leggi testo

Qual’è l’ultima parola dell’enciclopedia? Zyzyzu ovviamente, e si riferisce ad un lontano popolo di un’isola sperduta nell’oceano, gli zyzyzu appunto (pronuncia zizizu).
Impariamo qualcosa sulla loro vita, sulle loro usanze, sul luogo dove vivono.
Prima di tutto bisogna formare le squadre.
La prima parte, quindi, consiste nello scrivere la parola zyzyzu. Tutti i giocatori si mettono intorno a dei foglietti rovesciati, riportanti le lettere Z,Y,U, cioè quelle per comporre la parola suddetta. A turno ciascun ragazzo gira una lettera e se la tiene, a meno che abbia già tale lettera in numero sufficiente per comporre la parola (esempio: non si possono tenere più di tre Z, perché “zyzyzu” è composto di tre Z). I primi due ragazzi che riescono ad avere tutte le lettere per comporre la parola zyzyzu saranno i capitribù, mentre gli altri ragazzi continueranno nel gioco andando a turno in una o nell’altra squadra ogni volta che completeranno il proprio nome. Alla fine si avranno due tribù: gli Zyzyzu del nord e del sud.


La marea autunnale
All’arrivo dell’autunno giungono anche le alte maree. Le due tribù devono così raccogliere tutti i loro beni e portarli sulla montagna, dove la marea non potrà raggiungerli. Prima che la marea arrivi e porti via tutto, vi sono alcune piccole (per modo di dire) inondazioni, che segnalano agli zyzyzu l’avvicinarsi del pericolo. Attenzione: gli zyzyzu non sanno nuotare, e quindi durante le inondazioni devono trovarsi in alto, al riparo, o sarà un casino!
Scopo del gioco è appunto di prendere tutto il materiale del villaggio (tanti scatoloni) e portarli in una zona più sicura (l’altro lato del campo). Una squadra farà le veci della tribù degli zyzyzu, l’altra farà le pericolose inondazioni (senza acqua, ma col pallone). I giocatori della prima squadra si radunano tutti nella zona dove ci sono gli scatoloni (cioè il villaggio), mentre un giocatore si piazzerà nell’angolo indicato in figura. Uno di loro prende il pallone e lo lancia lontano, in direzione del campo (cioè entro “l’angolo di 90 gradi formato dai due lati del campo che si incontrano nell’angolo dove si trova il giocatore”... se non avete capito significa che siete persone normali). Appena lanciato il pallone, tutta la sua squadra (cioè la tribù) comincerà a portare gli scatoloni (ognuno un solo scatolone alla volta) verso l’angolo opposto, cioè la montagna. Quando un giocatore ha portato uno scatolone, ne corre a prendere un altro, finché arriva un’ondata.
Quand’è che arriva un’ondata? Ve lo spiego subito: quando il giocatore di prima ha lanciato il pallone, l’altra squadra dovrà cercare di recuperarlo (il pallone) prima possibile e riportarlo al punto di partenza (la zona degli scatoloni). Appena il pallone tornerà al punto di partenza, ecco, quello è il momento in cui arriva l’ondata: tutti i giocatori della prima squadra (cioè della tribù) che si troveranno fuori delle zone “montagna”, “villaggio” o “collinette” (vedi figura) saranno stati spazzati via dall’ondata, per cui la squadra verrà penalizzata con 3 scatoloni (che verranno riportati dalla montagna al villaggio) per ogni giocatore “sorpreso dall’ondata”. Attenzione: per la squadra che recupera il pallone è vietato spostarsi con la palla in mano. Ogni squadra “tribù” ha dieci ondate (quindi dieci lanci) per portare in salvo più scatole possibile, dopodiché si invertiranno i ruoli delle squadre. Vince la squadra che porterà in salvo più scatoloni.

Altri giochi di Zyzyzu:
Il lago dell' isola Zyzyzu
I pidocchi degli Zyzyzu
I frutti dell' isola Zyzyzu

Gioco segnalato da : maestrodeigiochi

2018-05-15 11:31:52
La marea dell isola Zyzyzu - Maestro dei Giochi